Caserta, capitale dell’immondizia [video]

Un video-denuncia sull’emergenza rifiuti a Caserta. Passateparola!

[via Dario Salvelli]

Update ore 18.30

Ops, mancava questo: il video è stato realizzato da Paolo Picazio e da Gianni Zagaria

7 pensieri su “Caserta, capitale dell’immondizia [video]

  1. Giorgio Zanetti

    Dario, quando vedo come siamo ridotti, mi ribolle il sangue.

    Non è possibile che i problemi siano sempre gli stessi da anni e ammistrazioni di vario colore politico non siano state capaci di affrontare e risolvere definitivamente quelle che dovrebbero essere le vere priorità.

    Sappiamo che dietro la questione rifiuti si nascondono interessi della criminalità organizzata. Difficile credere che non ci siano corresponsabilità/collusioni da parte della classe politica.

    Ciao!

    Rispondi
  2. Dario

    E’ utile cercare di far uscire dalla retorica del “è colpa della criminalità”, credo sia arrivato il momento di fare davvero qualcosa, anche se nel nostro piccolo possiamo fare poco,è giusto farlo ed adoperarsi il più possibile per denunciare i problemi del nostro Paese.

    Rispondi
  3. Giorgio Zanetti

    Sono d’accordo e anch’io quando posso cerco di dare il mio contributo. Lo faccio comunque, ma se devo essere onesto con me stesso, so già che servirà a poco.

    Il problema di Caserta è una priorità e come tale va affrontata. Però non si tratta di una caso isolato. Purtroppo rientra a pieno titolo nella categoria che scherzando amaramente ho definito “Italy 0.9 beta”.

    Il nostro è un paese immaturo, inaffidabile, attraversato da sempre da grande instabilità a tutti i livelli, sostanzialmente fermo, che non fa passi avanti.

    Io non vedo un problema a Caserta, uno in Calabria e un altro in Lombardia. Se così fosse, per quanto gravi, sarebbe questione di tempo, magari a piccoli passi, ma sarebbero tutti risolti. Invece, passano gli anni e i problemi sono sempre gli stessi. Ogni zona ha il suo e ci convive più o meno con rassegnazione.

    Io vedo un paese in ginocchio, che ha una classe dirigente a tutti i livelli profondamente inadeguata e corrotta, sempre pronta a patti con il diavolo pur di mantenere il proprio potere e i relativi privilegi, espressione di un popolo che si lamenta sempre ma che in fondo non vuole realmente cambiare.

    Si tratta di un vero è proprio cancro che presenta poche probabilità di essere curato. Il nostro è un paese straordinario, ma profondamente malato. Non basta un cambio di maggioranza politica, ci vuole una presa di coscienza e un cambiamento a tutti i livelli. Un rivoluzione culturale, non politica.

    Rispondi
  4. movimentoaversa

    è possibile visionare all’indirizzo
    movimentoaversa.it
    [edit 27/01/2009 by GZ: rimosso link il dominio è libero, probabilmente non è stato rinnovato]

    clicca su reportage in home page

    Carlo Capone e Carmine Verazzo
    presentano
    la Mostra Fotografica
    “La Terra di Nessuno”

    prima retrospettiva

    Aversa dalle tante risorse e dalle tante aspirazioni.
    Città che ambisce a diventare provincia e protagonista di rilievo in Campania.
    Città messa ancora una volta in ginocchio da un cumulo di rifiuti,
    Nell’imminenza di un’estate, che secondo le previsioni, sarà molto, troppo lunga,
    caratterizzata da un caldo torrenziale, ci troviamo di fronte all’ennesima emergenza sanitaria.
    La politica cittadina non può lavarsene le mani, palleggiando la colpa a destra e a manca.
    La vergogna delle strade è lo specchio di ciò che si è seminato negli anni.
    Si è lasciati, impassibili, che qualcuno facesse man bassa del bene più prezioso
    che Aversa abbia mai posseduto: la propria dignità.
    La dignità di una storia millenaria, di una città d’Arte, la dignità del suo popolo.
    Questa mostra è los trumento attraverso il quale ci è concesso esprimerci.
    Nulla più di queste immagini può raccontare lo scempio
    che ogni giorno si consuma ai piedi delle nostre case.
    Siamo convinti che nessun turista sarebbe mai interessato ad immortalare un monumento
    seppellito dalla spazzatura, se non per conservare un indelebile ricordo del degrado della nostra città,
    per deriderla e darne l’immagine che, purtroppo, oggi Aversa offre di sé stessa.

    La Terra di Nessuno

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...