Italia.it è online. Standing Sprecation!

logo italia.it

Alla fine arrivò. Il sito da 45 milioni di euro, con il logo da 100 mila euro, che richiese anni di progettazioni-sofferenze-sollecitazioni, apparì.

Signore e Signori, il paese di qualità ora ha la sua vetrina: Italia.it [Nota: il sito archive.org è molto lento, abbiate pazienza].

Un grazie all’ex Ministro Lucio “innovare” Stanca che l’ha orgogliosamente voluto, facendosi approvare un budget “ollivudiano” con un cifra che, visto il risultato, sarebbe stato realistica se anziché in Euro fosse stata espressa in Lire, e allo strenuo difensore della sacralità della Famiglia, il Ministro e Vice-Premier, Francesco “teo-dem” Rutelli, un uomo che prega ma non ama farsi pregare, e che dopo le sollecitazioni per i ritardi nella realizzazione, è riuscito in men che non si Dico a portare a termine questo ennesimo capolavoro, l’ultimo di una lunga serie. Il migliore, lo ricordiamo per i distratti, è quello che gli ha consentito di passare in pochi anni con grande disinvoltura da esponente di spicco delle battaglie per i diritti civili nel partito più anti-clericale italiano, a coordinatore nazionale dei Verdi, e infine a leader politico e punto di riferimento della corrente neo-integralista della Chiesa Cattolica.

Link:

Annunci

5 pensieri su “Italia.it è online. Standing Sprecation!

  1. Pingback: Zanblog.it di Giorgio Zanetti » L’Italia che risparmia, 100.000 Euro per un logo

  2. Giorgio Zanetti

    In questa fase storica sono abbastanza pessimista anch’io. E’ vero che ci molte persone che si sbattono per migliorare le cose. Ma non basta.

    La maggioranza dei cittadini è egoista, distratta, poco informata e comunque assuefatta a tutto. Non reagisce, non c’è attenzione e controllo. Questa classe politica incapace e sprecona (a sinistra come a destra, da questo punto di vista la continuità è innegabile) ha una capacità strepitosa nel far danni. Ci chiedono continui sacrifici per risanare, ma poi dilapidano soldi pubblici per ignoranza, incapacità e spesso anche per manifesta cattiva fede. Gli unici che ci guadagnano sono i “gli amici degli amici”.

    E intanto il declino del nostro paese prosegue inesorabilmente…

    Rispondi
  3. Pingback: Zanblog.it di Giorgio Zanetti » Innovare Stanca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...