Myanmar, la protesta pacifica dei monaci buddhisti

Sulla protesta pacifica dei monaci buddhisti in Birmania confesso la mia imperdonabile ignoranza. Se, come me, state cercando di recuperare e non vi accontentate solo degli articoli della stampa mainstream, vi segnalo un interessante post di Enrica “Boh” Garzilli, dedicato in particolare ad Aung San Suu Kyi.

Annunci

9 pensieri su “Myanmar, la protesta pacifica dei monaci buddhisti

  1. Giorgio Zanetti

    Boh, sono di natura curioso e seguo tanti argomenti diversi sia sui giornali che su Internet. A meno di situazioni particolari, per pigrizia o fretta tendo però a trascurare maggiormente soprattutto i fatti dei paesi culturalmente lontani. La mia conoscenza di quelle realtà non va oltre i titoli delle notizie. In qualche caso ho allargato un po’ i miei orizzonti viaggiando o vedendo qualche film al cineforum. Ma è sempre troppo poco. 🙂

    Ciao!

    Rispondi
  2. Traffyk

    Giorgio ti dirò preferisco restare ignorante in alcuni argomenti altrimenti più sai e più ti arrabbi perché ti domandi in continuazione perché il nostro mondo sta andando a pu….ehm a rotoli.

    Che possiamo fare? Io sinceramente non lo so, mi adeguo ogni tanto ricorro a qualche trucchetto e il resto delle volte mi comporto da persona gentile e disponibile… sia nella vita reale che in quella virtuale… Purtroppo si va avanti solo così 😦

    Rispondi
  3. Giorgio Zanetti

    Traffyk, comprendo la legittima difesa dalle arrabbiature; è il motivo per cui a volte non ce la faccio proprio a guardare Report, che pure è una delle mie trasmissioni preferite.

    Boh, 😉
    Il senso di colpa per la mia scarsa informazione delle vicende “lontane”, deriva dalla consapevolezza che se l’opinione pubblica internazionale è vigile e attenta, i regimi autoritari sono un po’ più prudenti nell’eseguire platealmente le loro porcate.

    Francesco, è vero, la situazione è ormai degenerata. La speranza è che le pressioni internazionali sortiscano qualche effetto.

    Rispondi
  4. Boh/Orientalia4All

    Giorgio, vorrei che fosse vero: la Cina fa indisturbata quello che fa anche col Tibet e la Russia con la Cecenia. Eppure tutto il mondo lo sa e segue, magari protesta pure. Compreso l’UN.
    E loro continuano..

    ciao ciao

    Rispondi
  5. Traffyk

    Ua Report, non me lo nominare fa dei servizi troppo fantastici però mi rode di brutto quando ci fa capire nel mondo di imbroglioni ed approfittatori in cui viviamo…

    Chessò le Iene e Striscia la notizia ti fanno fare due risate e quindi allegeriscono la cosa, ma Report diciamo che è bastardo presenta la notizia in modo molto serio e professionale e a maggior ragione molte persone tendono ad evitare i giornalisti di report…. 😦

    Rispondi
  6. Pingback: My Del.icio.us Aggregator » Blog Archive » Myanmar, la protesta pacifica dei monaci buddhisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...