La posta di Lady Velenia /140

Cara Lady Velenia,

sono un giovane imprenditore e la mia azienda, nonostante la crisi, sta conquistando il mercato e va sempre meglio. Abbiamo assolutamente bisogno di un manager per il mercato orientale e il mio socio vuole a tutti i costi assumere una donna perché, dice, le donne hanno una marcia in più. Io non sono d’accordo e temo molto la loro eccessiva emotività, le crisi sentimentali, gli ormoni che vanno su e giù… Tu cosa ne pensi?

Alby

Caro amico, ti segnalo semplicemente che Barbara Walters, famosa giornalista televisiva americana, ha condotto uno studio sui ruoli maschili e femminili a Kabul, in Afghanistan, alcuni anni prima del conflitto. Ne era emerso, fra l’altro, l’obbligo tradizionale per le donne di camminare cinque passi dietro i loro mariti.

La Walters, tornata di recente a Kabul, ha verificato che le donne continuano a camminare dietro ai loro mariti, ma, sorprendentemente, appaiono ben felici di seguire la vecchia tradizione. La giornalista ha avvicinato una delle donne afghane e le ha domandato come mai ora sembrino felici di perpetuare questo retaggio, che hanno tanto strenuamente tentato di cambiare e la donna, senza esitazione, ha risposto: “Le mine”. Morale: dietro ogni uomo c’è una donna intelligente.

LV

Scrivimi, ho una parola buona per tutti… | Leggi il mio archivio
Hai già letto Il Booko Nero, la mia nuova rubrica culturale?

Annunci

25 pensieri su “La posta di Lady Velenia /140

  1. Tino Maschiola

    Già… ma per restare al quesito dell’amico Alby, come la mettiamo con gli scompensi ormonali, le crisi di pianto, l’incapacità di parcheggiare, i continui mal di testa la sera, l’alta propensione all’acquisto, i vari “…tu non mi capisci e non mi hai mai capito” oppure “…a chi stai pensando…dove sei…cosa fai… ?” oppure “…domani tutti al centro commerciale, giusto quelle 8-9 ore, non di più”, la passione sfrenata per borse e scarpette, i vari “…oddio, oggi cosa mi metto” oppure “…domani viene mia madre a trovarci” oppure ancora “…la gonna è meglio color ardesia semilavorata di Tangeri o color pesca al chiaro di luna nel mese di marzo” o meglio (in lacrime) “…non ce la faccio più ad andare avanti. Ho un gravissimo problema personale: le doppie punte” ? Mi fermo qui, ma l’elenco potrebbe essere infinito…….Anzi, a proposito, non chiedete loro mai – assolutamente mai – come hanno trascorso la giornata; potreste innescare un meccanismo molto simile al principio fisico del moto perpetuo: un racconto eterno ed irreversibile…
    Attenti amici maschietti, prima o poi ci faranno saltare per aria tutti, come a Kabul !!!

    Rispondi
  2. Tino Maschiola

    Tino sta benissimo, conosce bene le donne (le venera come dee, nonostante tutto) e proprio per questo sa cosa dice……
    Cervantes sosteneva che la bellezza delle donne oneste è come un fuoco lontano ed una spada acuminata: infiamma e ferisce solo chi vi si accosta troppo…….
    Meditate, maschietti allupati, meditate………

    Rispondi
  3. Tino Maschiola

    Tino è d’altezza media e non ha nulla a che spartire con l’arrogante genìa di nanetti da giardino che vuol dominare la nazione. Tino è persona mite e gentile. E’ solo un pò nervosetto… quale maschio bianco, quarantenne, indipendente, single per scelta (delle donne), non lo è di questi tempi ?

    Rispondi
  4. Tino Maschiola

    Comunque, per risponderLe, stimo che la bellezza delle donne disoneste sia maggiormente perigliosa. L’Ecclesiaste, uno che la sapeva lunga, diceva già tanti e tanti e tanti secoli fa a tal proposito che “…più amara della morte è la donna”

    Rispondi
  5. Francesco

    Mi vien da dire: “… quante ca%%ate …”
    Ma non lo dico perche’ altrimenti Giorgio mi censura …

    Comunque, quello che penso io: “Le donne sono la cosa piu’ bella che ci ha donato Dio!”

    Rispondi
  6. Tino Maschiola

    … e l’autolavaggio e gli accessori per le automobili ovviamente…. ma anche l’ACI, i meccanici, gli elettrauti, i carrozzieri e quanti ci aiutano a tenere in ordine le nostre belle autovetture che il Nostro Massimo Fattore ha sapientemente creato a nostro esclusivo uso e consumo (maschile).
    In verità è scritto: “…ne mulieres conducant machinas in publica via”.
    Se sta scritto nelle Sacre Scritture…………..

    Rispondi
  7. Lapi Gnola

    Non vorrei fare le pulci a Tino, ma nella fattispecie “conducere” vuole il moto attraverso luogo; sarebbe quindi corretto dire “…ne mulieres conducant machinas per publicam viam”. Lo sanno tutti a scuola (ho solo 14 anni !). Forse Tino è un po’ distratto, del resto – come dice lui – in questo periodo è un pò nervoso …..

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...