Solidarietà a Vauro e Annozero

Vauro piano casa terremoto

Spero che sia chiaro che il punto in questione non è se la vignetta vi piace o no, se sia “forte” o no, se vi piace Annozero o no. Mi pare ormai sempre più evidente che in questo paese (in minuscolo) chi non si allinea al pensiero comune, chi è fuori dal coro, non solo viene criticato come sarebbe legittimo, ma è punito e messo all’indice come “pericoloso”.

Se siete persone che ragionano liberamente e senza pregiudizi, vi renderete conto che fatti come la sospensione di Vauro per la vignetta qui sopra, solitamente accadono solo nei paesi autoritari.

E qui veniamo al secondo problema: quanti tra i sedicenti liberali alle vongole protagonisti della vita pubblica italiana, politici, editorialisti, direttori di giornali, capitani d’industria, prenderanno posizione per difendere non Santoro o Vauro, ma un principio? Io credo pochi. Perché la libertà di parola nasce nel ‘700 per poter parlare male di chi stava al potere. Per parlarne bene, infatti, c’erano già i cortigiani. C’erano allora e ci sono ancora.

L’articolo Punirne uno, per educarne cento di Peter Gomez, che personalmente condivido pienamente, su Voglio Scendere.

Annunci

2 pensieri su “Solidarietà a Vauro e Annozero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...