Archivi tag: forza italia

Immunità parlamentare

Dal blog di Antonio Di Pietro

La legge non è uguale per tutti

Un deputato di Forza Italia, Giorgio Simeoni, ex vicepresidente della giunta regionale e assessore nella giunta Storace, è risultato coinvolto nell’inchiesta sulla mala sanità nel Lazio. I magistrati ne hanno chiesto l’arresto. Se fosse stato un ‘comune cittadino’ si troverebbe in questo momento ospite di un penitenziario. In quanto deputato è stato necessario richiedere l’assenso della Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera. Inizialmente i parlamentari dell’Ulivo Pierluigi Mantini e Oriano Giovannelli avevano valutato oggettiva la richiesta a procedere per la gravità delle accuse. Poi hanno cambiato idea, secondo l’Ansa, dopo un incontro con Dario Franceschini.
Gli unici a dichiararsi per l’autorizzazione sono stati l’Italia dei Valori, il Pdci e Marilena Samperi dell’Ulivo.

Annunci

La Casa delle Liberta’

Da Manteblog di Massimo Mantellini:

Daniele Minotti mi segnala questo prezioso disegno di legge che porta la firma dell’On. Enrico Nan di Forza Italia. Lo scopo della sua proposta e’ quello di allontanare il sesso da Internet. Il nostro invece e’ quello di allontanare l’On. Nan da ogni aspirazione legislativa sulla rete Internet.

1. E` vietato consentire il libero accesso ai siti INTERNET che riproducono contenuti a sfondo sessuale e che divulgano immagini o notizie finalizzate a promuovere o a suscitare fantasie di tipo sessuale.
2. Ai siti di cui al comma 1 si puo`accedere solo dopo avere autocertificato la propria maggiore eta` e avere fatto espressa richiesta di accesso.
3. I siti di cui al comma 1 non possono essere pubblicizzati.

ps. ah dimenticavo: se metti sul tuo sito una foto che suscita “fantasie sessuali” vai in galera da 1 a 5 anni.

Update 28/09

Ne parla anche Punto Informatico

Update 30/09

…e Repubblica.it

Una veloce riflessione

Sto postando poco in questi giorni, lo so. E non è che avrei poco da dire. Anzi.

Brevemente. Non sono contento del risultato delle elezioni. Al di là di come verranno assegnati i seggi e dei rapporti di forza in Parlamento, nella sostanza si è trattato di un pareggio. Il centro-sinistra ha scelto il leader sbagliato e non ha saputo comunicare il fallimento della politica berlusconiana, avanzare proposte chiare, innovative e credibili, far breccia nei delusi e indecisi del centro-destra (e anche in molti del centro-sinistra come me che hanno votato più che altro “contro”). Lo stesso Berlusconi è rimasto troppo forte e Forza Italia non è stata ridimensionata numericamente come sarebbe stato bene per il Paese. Temo che dovremo fare i conti con il Cavaliere e il suo pericoloso populismo mediatico ancora per un po’.